shiatsu-1

Che cos'è lo shiatsu

Tempo di lettura: >2 minuti

Lo Shiatsu è una disciplina orientale che ha le sue origini dall’antica Medicina Tradizionale Cinese e rientra tra quelle che si chiamano Discipline Bio-Naturali o olistiche.
La parola Shiatsu è formata da due ideogrammi: “Shi-“, che significa “dito” e “-atsu” che significa “pressione”. L’operatore esegue il trattamento con la pressione delle dita (digitopressione), ma anche con i palmi delle mani, con i gomiti o con le ginocchia.
La pressione è distribuita sui “Meridiani energetici”, cioè dei canali tramite i quali l’energia scorre nel corpo, e su punti specifici chiamati “Tsubo”, utilizzati anche nell’agopuntura classica.

Spesso viene definito un massaggio, ma in realtà è un trattamento benessere.
Il massaggio, per intenderci, è quello estetico, sportivo, fisioterapico. Il terapista lo esegue con le sue mani per la maggior parte a contatto con la pelle del ricevente. Quindi chi riceve di solito è sdraiato su un lettino parzialmente o totalmente senza vestiti.
Durante un trattamento Shiatsu non ci si spoglia ma si rimane vestiti con abiti comodi (una maglietta di cotone, una tuta e calzini puliti).

Lo scopo principale dello Shiatsu è quello di rimettere in moto l’energia del corpo stimolando un processo di auto-guarigione.
Un trattamento completo riequilibra fastidi alle cervicali, lombalgie/lombosciatalgie, mal di testa, mal di schiena, respiro corto e molto altro.
Agisce tramite la pressione sui punti in cui si accumula e ristagna l’energia e nel contempo da spazio anche al rilassamento.
Sta alla sensibilità personale dell’operatore che esegue il trattamento capire come ottenere il miglior risultato.
Non c’è un numero minimo o massimo di trattamenti. Ogni persona va valutata singolarmente per capire quanto è “antico” il suo problema, che origine ha (fisica, psicologica, ecc.), da dove arriva il dolore e molte altre variabili.
Pertanto come operatore consiglio sempre un incontro prima di cominciare con i trattamenti per fare due chiacchiere.

La consulenza è sempre del tutto gratuita. Durante la consulenza ascolto attentamente la persona che ho di fronte ed eseguo un’attenta analisi della postura, individuando subito le zone dove cominciare lavorare.
In seguito, affronto assieme al cliente la strada da percorrere e si fissa il primo appuntamento.
Come già detto in precedenza, è difficile stimare quanti trattamenti saranno necessari per arrivare al benessere. Consiglio al massimo un trattamento ogni 7/10 giorni per dare al corpo il giusto tempo di adattarsi alla nuova condizione.
Tuttavia, l’impegno a voler stare bene è principalmente compito della persona che si affida alle mie mani.