mani-luce-energia-livelli-reiki

I livelli Komyo Reiki: prima parte

Tempo di lettura: ~ 2 minuti

Da dove cominciare?

…Bella domanda!

Dall’esperienza sul campo ho notato diverse tipologie di persone che vogliono approcciarsi con il Reiki.

Ho conosciuto persone che quando dici di essere operatore in DBN sgranano gli occhi ed esordiscono con un bel “CHE FIGO!!! Voglio farlo anche io”. Questo è uno dei motivi dettati dalla moda. Infatti quando entri nei dettagli desistono perché “Sai, pensavo fosse molto più easy“.
Poi ci sono quelli che vedono in te il nuovo Messia. Appena si rendono conto che in realtà sei una persona più che normale rimangono talmente delusi che gli passa completamente la voglia.
Infine ci sono le persone spinte da una motivazione profonda. Hanno bisogno di cambiare se stessi, di trovare la forza quando pensano di averla persa: hanno bisogno di ritrovare la vera essenza di ciò che erano, prima di diventare ciò che sono oggi.

In ogni caso il Reiki è per tutti, non fa differenze di credo, di pelle, di casta. I livelli Komyo Reiki sono delle tappe: solo chi vuole veramente cambiare le affronta. Anche se non è necessario portarle a termine, ognuno arriva dove riesce e con i suoi tempi.

Certo è che non si diventa guaritori in grado di fare miracoli.
Si affronta ogni giorno la sfida più dura che ci possa essere: quella con se stessi.

Primo livello -Shoden-

primo-livello-shodenCon il primo dei livelli Komyo Reiki si inizia un nuovo cammino, fatto di sensazioni ed emozioni nuove. È una strada tortuosa, lo ammetto.
A me personalmente è capitato di allontanare molte persone che avevo attorno. Mi sono resa conto che la realtà che mi ero creata e nella quale vivevo cominciava a starmi stretta.
Questo perché si cominciano a vedere tante situazioni in modo differente. Consideriamo le persone in modo diverso: chi avevamo messo sul piedistallo perde la sua importanza e chi non era importante acquista valore.

Il primo livello Reiki apre una porta su noi stessi. Ci impone prima di tutto di prenderci cura di noi, in buona salute, se vogliamo stare bene col prossimo.
Ci insegna i cinque precetti fondamentali che sono elencati in questo articolo.
Il loro significato è spiegato nei dettagli durante il corso.
Con il primo Livello Reiki si inizia a lavorare sodo per cambiare se stessi, filosofia comune di tutti i grandi maestri.

“Se vuoi cambiare il mondo, cambia te stesso”
Gandhi

Durante il primo livello vengono date 4 armonizzazioni. Servono per connetterci all’Energia esterna e per diventare dei canali con cui portare questa Energia là dove manca. L’insegnante spiega come praticare il trattamento base su se stessi, da mettere in pratica per almeno 21 giorni consecutivi. Lo scopo è quello di cominciare a vivere una vita in salute e di trovare la felicità dentro noi stessi.
Si entra in un nuovo modo di percepire l’Energia, soprattutto tramite le mani. Infatti viene chiamato “livello fisico” perché si basa sulla pratica del trattamento Reiki.

Vuoi proseguire con info sugli altri livelli?